Chi è Ferdinand Gregorovius

Il protagonista del nostro viaggio è Ferdinand Gregorovius storico tedesco squattrinato con il suo inconfondibile accento, affascinante con uno stile che oggi potremmo definire Hipster, ma allo stesso tempo un po’ imbranato. Nel nostro cartoon ci accompagna insieme al suo fido cane Moringa alla scoperta dei meravigliosi paesi di San Cesareo, Zagarolo, Palestrina, Cave e Genazzano. La missione di Ferdinand è quella di partire da Roma per raggiungere la fiera del libro a Genazzano con lo scopo di trovare un finanziatore per i suo libri.

Nel corso di questa avventura molte saranno le peripezie ed incontrerà diverse tipologie umane, dalla brigantessa, passando per il letterato, l’archeologo, il paesano, il capopopolo e infine l’accogliente locandiera.

Prendendoci qualche licenza per costruire questo personaggio ci siamo ispirati allo storico medievalista Ferdinand Gregorovius, nato in Germania a Neidenburg il 19 gennaio 1821 (oggi Polonia) e morto a Monaco di Baviera il 1 maggio 1891, famoso per i suoi studi sulla Roma Medievale e per gli scritti dedicati ai viaggi in Italia. Protagonista del nostro cartoon ci accompagna in questo viaggio alla scoperta dei paesi citati che lui descrisse nel testo “Passeggiate per l’Italia”. Uomo affascinante e colto visse a Genazzano per tre mesi e da qui si mosse alla scoperta dei prenestini e della Ciociaria, caratterizzato da un forte stile letterario non si limitava alla ricostruzione storica di stampo accademico, ma accompagnava le sue descrizione da narrazioni di tipo proto-sociologico sulle popolazioni e le loro tradizioni.

Il viaggio di Gregorovius non ha la natura del Grand Tour, che da alcuni decenni conducevano i giovani ricchi del nord Europa verso il mondo mediterraneo, ma fa piuttosto pensare a quel tipo di “emigrazione intellettuale” che nei secoli precedenti era stata caratteristica degli artisti, soprattutto figurativi e generalmente ricchi solo del proprio genio, che scendevano in Italia per confrontarsi con l’arte classica e farvi fortuna. Gregorovius scopre l’Italia nel pieno della maturità a 30 anni e quindi non è un giovane in cerca di suggestioni, ma uno studioso consapevole in contrasto spesso con il mondo accademico guidato dallo storico Theodor Mommsen

Il cane Moringa

La spalla di Ferdinand Gregorovius è un simpatico cagnolino che l’affianca e lo sostiene anche nei momenti di sconforto durante il viaggio. Anche per questo personaggio abbiamo tratto ispirazione dal testo di Gregorovius “Passeggiate per l’Italia”. E’ lo stesso storico che ci descrive questo fedele compagnone incontrato nelle lunghe passeggiate per Genazzano:

“Il cane della casa dove abitava, Moringa, mio compagno di passeggiata, fedele ed inseparabile che mi guidava sempre nei siti più belli, stava accovacciato ai miei piedi, quando ad un tratto cominciò ad abbaiare..”

Ferdinand Gregorovius e il suo cagnolino Moringa

Inconfondibile accento tedesco

Affascinante, ma allo stesso tempo imbranato

Con uno stile che oggi potremmo definire Hipster

La missione di Ferdinand è quella di partire da Roma per raggiungere la fiera del libro di Genazzano per trovare dei finanziatori per i suoi libri.

Nel corso di questa avventura molte saranno le peripezie e incontrerà diverse tipologie umane, dalla brigantessa, passando per il letterato, l’archeologo, il paesano, il capopopolo e infine l’accogliente e chiacchierona locandiera.